Tu sei qui

La situazione della logistica in Italia nel 2016

  • 25/11/2016

Il settore della logistica e dei trasporti in Italia cresce poco, e appare diviso in due in termini di accessibilità, con le regioni del Centro a fare da cuscinetto. Se In Abruzzo e Umbria i trasporti scendono del doppio rispetto alla media nazionale, mentre in Friuli Venezia Giulia la contrazione si ferma a un quinto della media. Questo è il quadro emerso dal Rapporto dell’Ufficio Studi di Confcommercio, realizzato in collaborazione con Isfort, presentato a Cernobbio (CO) in occasione del secondo Forum Internazionale di Conftrasporto-Confcommercio.

Un quadro che mette in discussione le previsioni ottimistiche nel settore della logistica In Italia che, al contrario, prospettavano per il nostro Paese una crescita del 1,8%.

Il grido di allarme lanciato da Confcommercio

Fra i maggiori imputati di questa perdita di terreno nel settore, la carenza di infrastrutture per il trasporto di merci e persone e l'arretratezza logistica che stanno allontanando l’Italia dagli scambi internazionali e dall’Europa. «Per via delle inefficienze logistiche – sottolinea a Cernobbio Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio – perdiamo circa il 2% di Pil, pari a 34 miliardi di euro l’anno. Un vero e proprio autogol per la crescita. Stiamo cedendo traffici su mare e su gomma ai principali competitor europei e a vantaggio dei Paesi dell’Est".

logistica Italia

"Senza investimenti l'Italia si ferma e ferma resterà", il giudizio di Sangalli, convinto che sull'adeguamento infrastrutturale si gioca una partita decisiva per il futuro del Paese. Il quadro è quello di un'Italia che cresce pochissimo e "a rischio marginalizzazione". Del resto, i numeri resi noti dall'ufficio studi di Confcommercio, parlano chiaro: tra il 2010 e il 2014 i volumi di merci trasportati sono scesi del 10% nel settore marittimo e del 37% in quello su gomma, la contrazione più rilevante tra i Paesi fondatori dell’Ue. Nello stesso tempo, le nazioni dell’Est crescono a due cifre, con la Bulgaria a +18% circa sia nel settore marittimo che in quello dell’autotrasporto. Quanto alle merci in entrata, dal 2003 al 2015 le imprese italiane di trasporto su gomma hanno perso oltre il 60% dei traffici, contro un incremento del 700% di quelle dell’Est Europa. Dal 2009 al 2015, infine, le imprese italiane attive nel settore del trasporto terrestre e via condotte sono diminuite del 13%.

Trasporti e logistica: serve una svolta

Dopo aver messo in guardia in merito ai rischi legati alla mancanza di investimenti, a Cernobbio il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, insieme al presidente di Conftrasporti Paolo Uggè, invoca una vera e propria svolta nel settore della logistica e dei trasporti, al fine di sanare gli squilibri esistenti: "Chiediamo un piano strategico per i trasporti e la logistica, con l’istituzione di un coordinamento nazionale che si concentri sulle opere e sugli interventi necessari al rilancio del settore e del Paese; per un autotrasporto italiano che sia messo in condizione di giocare ad armi pari con la concorrenza estera".

 


RICHIESTA INFORMAZIONI

TRA I NOSTRI CLIENTI

L'Espresso
Addressvitt
Radio Deejay
La Repubblica
Zanichelli Editore
Mediagraf
Messaggero di S. Antonio
National Geographic Italia
Tuttoscuola
Viaggi Avventure nel mondo
Greentime
Il Cacciatore Italiano
Marchesi Grafiche Editoriali
Somedia
Loescher Editore
Nubu Jewels
Decoration Group
ProduceShop

SAVE SRL

La SAVE opera da 25 anni nel settore della logistica e dei servizi di spedizione su tutto il territorio nazionale. Dispone di capannoni di proprietà per un'estensione di 15.000 metri quadrati a Milano (Melzo) e a Roma (Fiano Romano).

Leggi ancora

Sede legale

Via Palmiro Togliatti, 118 - 00065 Fiano Romano (Roma)
+39 07654521
+39 0765452206

vedi sulla mappa

Inviaci un'email

Magazzini

FIANO ROMANO (ROMA)
Via dell' Agricoltura, 12 - 00065
Fiano Romano (Roma) mappa
+39 07654521
+39 0765452206

MELZO (MILANO)
Via Palmiro Togliatti, 23 - 20066
Melzo (Milano) mappa
+39 07654521
+39 0765452268